allenamento funzionale errori

Ottimizzare le fatiche in palestra, divertirsi e preservare il fisico da dolori e acciacchi? Con il giusto training è possibile!

I motivi per cui andiamo con costanza in palestra sono tanti: dimagrire, rinforzare la muscolatura, avere un fisico più definito, bruciare i grassi. Sono tutti obiettivi che con passione, entusiasmo e determinazione possiamo raggiungere. E svolgendo un programma ad hoc di allenamento funzionale possiamo farlo anche in tempi ridotti e con risultati migliori. Ma spesso ci capita di uscire dalla palestra con i muscoli indolensiti, fastidiosi mal di schiena o nei peggiori casi anche ernie che ci bloccano a letto. Infatti i benefici dell’allenamento funzionale vengono meno nel caso in cui se ne faccia un uso indiscriminato e si eseguano movimenti balistici in eccesso senza tenere conto delle specifiche problematiche di ognuno.

Vediamo allora quali sono gli errori da non fare durante l’allenamento funzionale per non incorrere in spiacevoli rischi sul piano fisico.

Allenamento funzionale: errori più comuni da evitare

Svolgere sempre gli stessi esercizi

allenamento funzionale erroriLe caratteristiche principali dell’allenamento funzionale sono: multiarticolarità, multiplanarietà, equilibrio. Per ottenere questi benefici è necessario svolgere una scheda di esercizi molto variegata e ampia, cambiando movimenti e adattandola in base alle proprie esigenze. Ogni programma di allenamento infatti risponde a necessità e caratteristiche specifiche di ognuno, tenendo conto anche di fattori come la disponibilità di tempo e le modalità di frequenza in palestra.

Quando ti alleni dovrai variare di volta in volta i movimenti. Fare sempre gli stessi esercizi non solo non porta ai risultati sperati, ma a lungo andare può provocare danni fastidiosi alla schiena. Inoltre è importante cercare esercizi che coinvolgano sempre tutta la muscolatura per consumare più energia in una stessa unità di tempo e aumentare massa muscolare. Lavorare su un muscolo alla volta non stimola sufficientemente le fibre muscolari per costruire massa magra (massa muscolare) e il fisico non consumerà abbastanza energia per massimizzare il consumo di calorie. Insomma, cambiare le routine di allenamento stimolerà la crescita muscolare.

Eccedere con l’uso delle macchine: il tuo corpo balla da solo!

Gli attrezzi all’avanguardia e completi di ogni confort per intrattenersi durante l’allenamento rendono senz’altro una palestra più accogliente. Ma molte macchine producono scarsi risultati, e se usate a sproposito anche dannose.  Infatti esse alterano i movimenti naturali del corpo limitando le possibilità di moto durante l’esercizio, quindi riducendo la capacità di attivare completamente tutte le fibre muscolari. Possono causare sforzi eccessivi per le articolazioni, causando lesioni ed infortuni fastidiosi.

Abbondare con attività cardio

Sappiamo bene che fare molto lavoro cardiovascolare aiuta a bruciare i grassi e dimagrire velocemente. Quanti andando in palestra accrescono la propria autostima per essersi dedicati a 45’ di cyclette e tapis roulant? Come ogni cosa la misura è la strada giusta. C’è modo e modo di svolgere attività cardio. Quello più sbagliato è proprio dedicarsi esclusivamente a corsa e camminata in palestra: i risultati visibili saranno scarsi e le ginocchia faranno un gran male. Le sessioni eccessivamente lunghe logorano il fisico attivando il catabolismo muscolare, ovvero un effetto indesiderato del ricambio tissutale che si verifica con la demolizione delle strutture plastiche del muscolo. Unendo al vostro lavoro in palestra due sessioni cardio di 30’ a media intensità, eviterete danni muscolari.

Fare allenamenti troppo lunghi

allenamento funzionale Capita spesso di non avere abbastanza tempo per andare in palestra e allora si battezza una giornata della settimana dedicata al nostro mens sana in corpore sano: dopo 45’ di cardio, carichiamo il corpo con tanti esercizi, pesanti e ci dimentichiamo dell’orologio. Tuttavia fare allenamenti molto lunghi non vuol dire risultati migliori o più rapidi. Anzi, sforzare eccessivamente il corpo andrà a stimolare eccessivamente il cortisolo, l’ormone prodotto dalle ghiandole surrenali in risposta a periodi di forte stress. Per evitare l’eccessiva produzione di cortisolo è bene non superare mai i 45/60 minuti di permanenza in sala pesi.

E ricordati di non improvvisare mai. L’impostazione di un allenamento funzionale è la parte di lavoro più interessante per un istruttore, in quanto mette in campo le sue conoscenze e le capacità di analisi di ogni singolo soggetto per ottenere concreti risultati. Contatta i nostri personal trainer per non sbagliare esercizi e migliorare la salute del tuo corpo con l’allenamento giusto.

 

© 2016 BenefitDance Bologna - Tutti i diritti riservati | Privacy e Cookie Policy | Content management: Adcommunication.it | Sito Web Realizzato da: Beltenis.it